Dalla Regione Centrale del Burkina Faso alla Regione Umbria: interessi comuni su cooperazione decentrata, partnership per le sfide della sostenibilità (SDG17) e uguaglianza di genere (SDG5) a supporto dello sviluppo locale con Jerome Zangre

  • 1 11 2017
da sx: Francesco Lorenzini e Domenico Lizzi (Tamat) Roberto Panico, Milena Frenguelli ed Enrico Flamini (Cooperativa San Giustinese), Jerome Zangre, Luca Franceschini (presidente Cooperativa San Giustinese)

da sx: Francesco Lorenzini e Domenico Lizzi (Tamat) Roberto Panico, Milena Frenguelli ed Enrico Flamini (Cooperativa San Giustinese), Jerome Zangre, Luca Franceschini (presidente Cooperativa San Giustinese)

open talk allo storico e ristrutturato Teatro Cinema Astra di San Giustino con da sx: Francesco Lorenzini (Tamat) Paolo Fratini sindaco del Comune di San Giustino, Jerome Zangre, Japhet Nzigou (UNISTRAPG) e Milena Frenguelli (Cooperativa San Giustinese)

open talk allo storico e ristrutturato Teatro Cinema Astra di San Giustino con da sx: Francesco Lorenzini (Tamat) Paolo Fratini sindaco del Comune di San Giustino, Jerome Zangre, Japhet Nzigou (UNISTRAPG) e Milena Frenguelli (Cooperativa San Giustinese)

da sx: Giorgia Giordani  e Francesco Lorenzini (Tamat) Paolo Fratini Sindaco di San Giustino e Jerome Zangre

da sx: Giorgia Giordani e Francesco Lorenzini (Tamat) Paolo Fratini Sindaco di San Giustino e Jerome Zangre

Jerome Zangre presso uno dei laboratori della Scuola Bufalini con il direttore Marco Menichetti

Jerome Zangre presso uno dei laboratori della Scuola Bufalini con il direttore Marco Menichetti

Due giorni di incontri e confronti a cura di Tamat all’interno delle iniziative preparatorie per UmbriaMiCo – Festival del Mondo in Comune (1-9 giugno 2018)  e nel quadro del progetto RASAD - Reti d’Acquisto per la Sicurezza Alimentare con il supporto della Diaspora burkinabé d’Italia sui temi di sviluppo, cooperazione internazionale, interessi comuni, apporto consapevole e creativo delle collettività locali l’immensa potenzialità di partenariati tra territorori e collettivita’ locali in Europa e Africa con il vice sindaco di Koubri,  Jerome ZANGRE ospite  dell' Università per stranieri di Perugia e del Comune di San Giustino. 

Il comune di Koubri. situato nella provincia di Kadiogo, facente parte della Regione del Centro. si compone di 24 villaggi. Koubri: tra le azioni all’interno del progetto RASAD l’assistenza tecnica e la realizzazione di un pozzo profondo per la produzione d’ortaggi con tecniche agro-ecologiche per 120 donne nel Comune di Koubri. Queste produzioni, tra le altre cose, andranno ad arricchire la dieta base (riso e fagioli) della mensa scolastica dei bambini delle donne contadine, con l’apporto di vitamine e proteine d’origine vegetale. Il progetto RASAD, è un progetto di Tamat finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS) e co-finanziato da Otto per Mille della Chiesa Valdese tra i cui partner la Regione Umbria.

Dopo un incontro presso la sede di Tamat a Perugia, il sindaco è stato ospite dell’Università per stranieri di Perugia all’interno del laboratorio: “Nuove forme di Cooperazione Internazionale: ideazione e gestione dei progetti” della prof.ssa Federica Guazzini per parlare del ruolo dell’amministrazione nella cooperazione internazionale per lo sviluppo rurale e l’integrazione sociale. Un ruolo rinforzato dal carattere autonomo dei comuni. In fatti dal 2006, il governo del Burkina Faso ha adottato una legge (lg055-2004/AN) creando il “Codice Generale delle Collettività”, necessario per la loro autonomia finanziaria dal governo centrale e  per una gestione controllata degli accordi di cooperazione internazionale I comuni comprendono uno spazio costituito da consiglieri eletti (consiglio die villaggi o dei quartieri) che rappresentino le diverse località, i quali svolgono una funzione consultiva e propositiva.

Allo stesso modo la decentralizzazione riconosce il ruolo dei capi tradizionale locali in materia di coesione per la gestione e la delimitazione dei terrori. Per quanto riguarda la parità di genere il sindaco ha espresso la volontà del governo a creare una parità sociale e amministrativa tra uomini e donne, con una legge sulle quote per le donne. In effetti il parlamento del Burkina Faso ha approvato una legge il 16 aprile 2009 che consente una migliore rappresentanza delle donne sulle liste delle elezioni legislative e locali. Una rappresentazione che conosce ancora qualche difficoltà nell’applicazione, ma il sindaco è fiducioso. 

Da Perugia a Città di Castello per parlare di formazione professionale, giovani e lavoro presso la Scuola Bufalini centro di eccellenza per la formazione tecnico-professionale in Umbria con ben 120 iscritti e laboratori in falegnameria, doreria, meccanica, gastronomia ed estetica. A concludere la “open talk” presso il Teatro Cinema Astra con il sindaco di San Giustino Paolo Fratini e la Cooperativa Sangiustinese per uno scambio di buone pratiche su svilluppo rurale e il coinvolgimento di tutti gli attori economici e sociali a supporto di crescita e sviluppo tra territori del Nord e Sud.

Aggiungi un commento