SICUREZZA ALIMENTARE, I BAMBINI PRIMA DI TUTTO

  • 17 01 2019
Seduta di misurazione dei bambini. Cissin (Ouagadougou), 17/01/2019

Seduta di misurazione dei bambini. Cissin (Ouagadougou), 17/01/2019

Seduta di misurazione dei bambini. Cissin (Ouagadougou), 17/01/2019

Seduta di misurazione dei bambini. Cissin (Ouagadougou), 17/01/2019

Seduta di misurazione dei bambini. Cissin (Ouagadougou), 17/01/2019

Seduta di misurazione dei bambini. Cissin (Ouagadougou), 17/01/2019

Nel quadro del progetto RASAD “Reti d'acquisto per la sicurezza alimentare con il sostegno della diaspora burkinabé in Italia”, il cui obiettivo primario è quello di sostenere la popolazione più vulnerabile del Burkina Faso nel perseguimento di uno sviluppo socio-economico attraverso il rafforzamento sicurezza alimentare e nutrizionale, tra le varie attività che si stanno sviluppano in maniera sistemica c’è anche quella risguardo la salute della madre e del bambino, nel Centro di Salute dell’Associazione ICCV/Nazemse, partner locale dell'ONG Tamat nel progetto.

Si tratta di sedute di controllo del peso del bambino che gli animatori di progetto organizzano ogni giovedì per monitorare la crescita dei bambini. Oltre a questa attività, vengono organizzate sessioni di sensibilizzazione e formazione per madri e giovani ragazze (future madri) sull’igiene quotidiana, sulla salute riproduttiva e nutrizionale. Le attività del martedì e del giovedì vengono svolte nelle case: vengono fatte visite per monitorare se i consigli vengono seguiti. Sono inoltre impartite formazioni per madri e giovani donne sulla preparazione delle farine arricchite per i neonati. Questa farina arricchita, preparata direttamente a La Maison de la Femme per i bambini malnutriti, viene distribuita durante la pesatura e il monitoraggio effettuato nelle case. L’attività è seguita da un nutrizionista professionista. 

In totale, negli ultimi tre mesi sono state registrate 534 madri  e ben 427 bambini sono stati pesati e misurati (186 sono stati i nuovi bambini raggiunti, 3 quelli risultati malnutriti, e 241 hanno beneficiato delle misurazioni). Le visite a domicilio sono state 12 e ben 123 bambini sono stati  presi in carico dal centro.

Queste attività di sensibilizzazione e formazione sulla salute nutrizionale, che sono state condotte anche a beneficio di studenti e insegnanti, continueranno per tutto l'anno in corso.

Da qui anche il rinnovo della nostra gratitudine alla Cooperazione Italiana, così come gli altri partner che hanno permesso si dare sorriso a queste donne vulnerabili che vedono  così crescere i propri figli in buona salute.

 

Aggiungi un commento